Grafica: gli spazi bianchi non sono sinonimo di poca fantasia

Troppe volte ci troviamo di fronte a cataloghi e brochure con una serie innumerevole di fotografie e immagini dei prodotti. Quante ne guardiamo? Quante ci rimangono impresse? Poche o nessuna.

Whitespace” è la parte della pagina senza nulla, senza immagini, parole o disegni grafici e serve a dare respiro all’occhio evidenziando solo ciò che è necessario portare all’attenzione del lettore.

I lavori di grafica ben fatti bilanciano il bianco con gli elementi da mettere in risalto.

Sì, in una pubblicità si pagano anche gli spazi bianchi. Ma che valore assume davanti all’osservatore quello che scegli di mettere in risalto?

studio grafico Piacenza